News

La Omaz spegne 60 candeline

8184289226614595850Le maestranze, il management, i collaboratori storici e gli operai da poco in pensione e con 40 anni di longevità aziendale alle loro spalle. Tutti insieme per festeggiare un momento storico: le 60 candeline della OMAZ srl di Civitanova, ditta leader nel settore avicolo e nella produzione di batteria di gabbie per galline ovaiole che ha festeggiato l’importante compleanno con una trasferta di gruppo. La location scelta è stata la manifestazione di Fieravicola di Forlì dove la OMAZ ha allestito un bellissimo stad e dove, appunto, ha ospitato decine e decine di persone per un taglio della torta tanto amarcord quanto punto di partenza per nuove e importantissime sfide. Nello stand della OMAZ sono passati a far visita anche il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe Castiglione, il sindaco di Forlì Davide Drei, Marco Della Bartola del gruppo Eurovo e il più popolare degli imprenditori avicoli italiani, Francesco Amadori.

20150629_231759-1Tanti i momenti amarcord raccontati anche da Giuseppe Quadrini, nipote dell’altro Giuseppe, il nonno, che nel 1955 fondò l’allora Faz, poi diventata OMAZ. L’azienda, oltre alla leadership in campo internazionale nel proprio settore e in forte espansione in mercati emergenti come quello algerino e quello del Burkina Faso, lo scorso anno ha scritto un capitolo virtuoso della propria storia. Alcuni dipendenti, infatti, hanno preso il coraggio a due mani e, in una delicata fase di passaggio di proprietà aziendale, hanno deciso di diventare loro stessi proprietari dell’azienda per la quale avevano lavorato da sempre. Claudio Bellissimo, Giuliano De Santis, Stefano Cardinali, Maura Francinelli e Giuseppe Quadrini, con non un tasso non indifferente di rischio imprenditoriale, hanno consentito che cuore e testa dell’azienda rimanessero nel nostro territorio, lasciando inalterato il posto di lavoro per quasi 50 dipendenti, gran parte dei quali ragazzi.

 

Lascia un commento